Site icon FREE PRESS AND CULTURE ON-LINE

ADDIO AL POETA “SUFI” FRANCO BATTIATO 

FRANCO BATTIATO

Quando gli uomini se ne vanno si parla sempre del loro spessore.
Franco Battiato ci ha regalato il “misticismo comprensibile” spaziando dal rock alla lirica.
È stato un maestro elegante dallo stile trasversale che ha scritto la colonna sonora della nostra giovinezza.

 

Grazie di cuore Franco

FRANCO BATTIATO

È stato il “Centro di gravità permanente” dell’avanguardia culturale italiana, la sua morte lascia un vuoto incolmabile nella musica del nostro paese a cui ha regalato brani indimenticabili come “La cura”, “Voglio vederti danzare” o Bandiera Bianca”.

Sperimentatore di stili Battiato ha approfondito e combinato tra loro generi musicali in modo eclettico e personale: dopo l’iniziale fase pop degli anni sessanta, è passato al rock progressivo e all’ava

FRANCO BATTIATO

nguardia colta nel decennio seguente.

Successivamente, è ritornato sui passi della musica leggera approfondendo anche la canzone d’autore. E poi la musica etnica, quella elettronica e l’opera lirica.

“E guarirai da tutte le malattie Perché sei un essere speciale Ed io, avrò cura di te”.

Ciao, Franco Battiato.

 

 

 

 

Alessandro Sicuro

    

 

 

 

 

 

 

 

Exit mobile version