Settembre 25, 2022

FREE PRESS AND CULTURE ON-LINE

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

ZEGNA SI QUOTA A WALL STREET IL TITOLO – ZGN

 

 

 

CI SIAMO IL TITOLO IN BORSA SI CHIAMERÀ ZGN E SARÀ QUOTATA AL NYSE CON LA FORMULA DELLA SPAC  ( SPECIAL PURPOSE ACQUISITION CORPORATION )

 

Lunedì 20 dicembre Ermenegildo Zegna farà il suo debutto a Wall Street. La data del suo ingresso al Nyse di New York è stata comunicata ieri sera attraverso un file alla Sec depositato a seguito dell’assemblea generale straordinaria di Iiac, Investindustrial acquisition Corp (spac promossa da Investindustrial) che si è tenuta sempre nella giornata di ieri per approvare la fusione per incorporazione di Ermenegildo Zegna annunciato lo scorso luglio. L’assemblea era uno degli ultimi passi propedeutici allo sbarco sul Nyse di New York con il codice Zgn con la formula della spac (acronimo di ‘special purpose acquisition corporation’). Ne ha dato notizia il portale Bebeez.

Come precisa il sito finanziario, “in occasione dell’assemblea, hanno chiesto il recesso azionisti della spac per un totale di circa 23,37 milioni di azioni ordinarie di Classe A”. Il fatto che ci sarebbero stati dei recessi, situazione tecnica prevista dallo stesso modello spac, “era atteso dai promotori della spac che, infatti, si erano già organizzati per un piano B nel caso in cui i recessi da parte dei soci della spac avessero una certa soglia e avevano infatti trovato altri 125 milioni di dollari di impegni da grandi investitori istituzionali e altri investitori”.

A inizio mese, Zegna e Investindustrial acquisition Corp. hanno infatti comunicato di aver ampliato il plafond di raccolta tra gli investitori per la quotazione di Ermenegildo Zegna a Wall Street. Sono stati raggiunti accordi con alcuni investitori per un ulteriore pipe (private investment in public equity), fino a 125 milioni di dollari (107 milioni di euro) che saranno eventualmente evasi dopo lo sbarco in Borsa, e che portano il totale dell’operazione a 3,21 miliardi di dollari (2,76 miliardi di euro). Tra i nuovi investitori dovrebbe esserci anche l’amministratore delegato di Prada Patrizio Bertelli.

Iiac aveva raccolto 402,5 milioni di dollari dagli investitori a fine novembre 2020. In occasione dell’annuncio della business combination con Zegna era stata annunciata anche la sigla di un primo pipe da 250 milioni di dollari e di un forward purchase arrangement da 184,5 milioni di euro.

Il gruppo Zegna ha chiuso il primo semestre dell’anno con ricavi in rialzo del 50% rispetto ai primi sei mesi 2020 a quota  603,3 milioni di euro, un ebit rettificato a 66,8 milioni contro un ebit negativo per 52 milioni nello stesso periodo del 2020 e e con un utile di 32,2 milioni contro una perdita di 86,7 milioni.

 

 

 

Alessandro Sicuro

Alessandro Sure Wordpress - Alessandro Sicuro Facebook - Alessandro Sicuro Twitter - Alessandro Sure Instagram - Alessandro Sicuro

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: