Site icon ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

DA MILANO A PARIGI ADESSO È LA PFW A SFILARE

Dopo Pitti Uomo e la fashion week milanese il menswear si sposta all’ombra della Torre Eiffel. A partire da oggi e fino al 22 gennaio la capitale francese ospiterà le collezioni autunno/inverno 2023-24. Secondo il calendario diramato dalla Chambre Syndicale de la Mode Masculine le maison presenti sono 81 (48 sfilate e 33 presentazioni).
La Ville Lumière conferma la forza dei nomi in passerella, con brand che non hanno bisogno di presentazioni come Dries Van Noten, Dior Homme, Givenchy, Loewe, Hermès e Saint Lurent. Proprio il ritorno di quest’ultimo che, dopo il défilé di Marrakech, sfilerà stasera ed è tra gli highlights della manifestazione, così come il come back in passerella con l’uomo di Maison Margiela, che chiuderà al kermesse domenica, White Mountaineering, Sacaï, Wales Bonner e Bode.
La collezione di Louis Vuitton vedrà l’apporto creativo di Colm Dillane, fondatore di KidSuper, e si intensificano le voci che lo vorrebbero come erede di Virgil Abloh al timone del menswear del marchio di punta di Lvmh.
Botter e Ludovic De Saint Sernin, di recente nominato direttore creativo di Ann Demeulemeester, tornano a sfilare con la collezione menswear dopo show nella fashion week donna. Berluti, Uniforme e Ziggy Chen, invece, rientrano in calendario con delle presentazioni.
Exit mobile version