Settembre 29, 2020

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

Free Press And Culture On Line

Pitti Uomo 93, mille righe e tweed Donegal, un bespoke reinterpretato da associare all’activewear

BV8A9628 copiaNella foto un capo di ALESSANDRO DELL’ACQUA Ve.An Fashion

A Pitti Uomo 93 velluto e tweed per un bespoke  reinventato anche negli accostamenti  con l’activewear

La stagione invernale 2018 sarà contrassegnata dal ritorno dello stile degli abiti di taglio tradizionale nei colori e nei tessuti, anche le se forme e gli accostamenti sono stati reinventati per una vestibilità più comoda. Far parlare di sé, dal proprio stile è il nuovo concept, un abbigliamento comodo, mai impacciato, compiacente con le situazioni e con i luoghi della vita di oggi. Nessuna formalità, nessun imbarazzo nell’indossare una felpa con una giacca di velluto a righe e perchè no, con i pants della tuta da ginnastica, ai quali prima, non era concesso di uscire dal perimetro della palestra.  L’uomo di Pitti 93 parla rapido e veste comodo, ma non rinuncia mai allo stile. Anche se il concetto attuale è più adeguato alle esigenze moderne e alle situazioni di tutti i giorni.

Tra i protagonisti indiscussi, il velluto, grandi classici che ritornano prepotentemente con le coste, o le trame più leggere, le invenzioni sartoriali su giacche dai tagli necessariamente tradizionali accostate a tessuti tecnici di retaggio più attuale.
Casual ma con un occhio al passato, i colori, marrone, nero, verde, mood e tecnica per capi moderni che devono tendere a uno stile informale per un abito che si adatti al contesto.
Pitti93 parte con numeri da record: 1230 aziende quasi la metà straniere che espongono le novità e le tendenze per il prossimo inverno.

 


Alessandro Sicuro Comunication

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: