Agosto 13, 2020

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

Free Press And Culture On Line

ADESSO CI PERMETTONO DI AVERE UNA CRISI DI GOVERNO

images

CRISI DI GOVERNO ALLE PORTE, ORMAI NEMMENO I PARTITI SI IMPRESSIONANO PIU’ PER LO SPREAD. I BANCHIERI HANNO SPOLPATO TROPPO NON SI SOPPORTA PIU’ NEMMENO UN CURATORE FALLIMENTARE LAUREATO ALLA BOCCONI …

Lo spread che è salito alle stelle in estate (colpa dei mercati?) non credo…! ora  e’ sotto i 300 punti a dicembre (merito di Monti?) non credo, è una variabile indipendente dal governo. E’ un guinzaglio per tenere sotto controllo la politica italiana, e soprattutto tener buoni buoni i contribuenti i quali con gli occhi fissi nel vuoto come vacche indu pagano fino all’ultimo euro, è una corda che si stringe a piacere in mano alla finanza internazionale. Non si vive di solo spread, e di spread, con la politica di Monti, si può solo morire.
 Con il trio Monti, Passera, Fornero è scoppiata la disoccupazione, decine di migliaia di aziende hanno chiuso i battenti, la piccola distribuzione è alla canna del gas, il debito pubblico è aumentato come ai tempi di Tremonti, circa 100 miliardi all’anno. Il grande mattatoio nella sanità e nella scuola crea sempre piu’ vittime, diminuzione dei diritti dei lavoratori, milioni di nuovi poveri veri e nessun taglio alle decine di miliardi di costi inutili di, politica, burocrazia, dai cacciabombardieri, alla Tav, alle pensioni d’oro, ai privilegi….. Nessun recupero della Grande Evasione, come per i 98 miliardi del gioco d’azzardo o il recupero almeno parziale sui 100 miliardi dello Scudo Fiscale tassati al 5%. Nessun esempio dall’alto mentre si colpevolizzavano gli agriturismi e i tassisti o si fanno le multe ai ristoranti di Cortina o di Milano, o si fermano le persone con Suv o  auto sportiva facendo il terzo grado. L’unico successo del Governo è aver ricomprato i nostri marci titoli di Stato dalle banche tedesche e francesi (questo infatti era il sordo incarico di Monti) e aver finanziato banche sull’orlo del fallimento come MPS. L’italiano è letteralmente terrorizzato da altri cinque anni di montismo, le aziende se possono scappano all’estero, molti gia’ attratti da Svizzera e Carinzia  lo fanno. Molti proprietari semplicemente le chiudono e portano i loro capitali altrove. Il ritorno di Berlusconi lo sa e lo sanno meglio di lui i suoi sondaggisti. Monti, i suoi adepti, la distruzione di una nazione in nome dello spread, non li sopporta più nessuno. Non si vive di solo spread. L’Italia è una pentola a pressione sul punto di esplodere. La misura è colma.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: