Settembre 28, 2020

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

Free Press And Culture On Line

RATZINGER TRADITO, ABBANDONA LA SCENA RITIRANDOSI IN CLAUSURA.

DARIO FO La pensa così:

RATZINGER “TRADITO DAI MARPIONI” CHE LO CIRCONDANO “BENEDETTO XVI MI RICORDA PAPA LUCIANI, UN ALTRO CHE HA MESSO LE MANI NELLO IOR. ENTRAMBI SONO STATI POSTI NELLA CONDIZIONE DI NON INTERFERIRE NEL SISTEMA DI POTERE” – BERTONE? “L’UOMO NERO MA NON SONO CONVINTO CHE SIA LUI IL PADRONE, FORSE È IL SERVO”

– IL PREMIO NOBEL VOTERÀ GRILLO CHE LO HA PROPOSTO AL QUIRINALE: “È UNA BOUTADE”….

Beatrice Borromeo per il “Fatto quotidiano

dario fo

DARIO FO

Non basta il gesto epocale di un uomo per rivalutare il suo Pontificato. Serve, piuttosto, a capire che “il Papa, tutti i Papi, sono deboli, hanno potere solo sulla carta, vivono condizionati da marpioni e ricattatori e non hanno nessuna speranza, se anche ne avessero la volontà, di cambiare le cose”. Il premio Nobel per la Letteratura Dario Fo parla delle dimissioni di Benedetto XVI come farebbe a teatro, ribaltando i punti di vista e recuperando quella memoria storica che, se possibile, attutisce l’eccezionalità di questo avvenimento: “Tutti parlano di Celestino V, ma ricordiamo che salì al trono dopo anni di vacatio pontificia, già ultra-ottantenne. Un Papa vecchio si può gestire”.

dario foPer questo, Dario Fo, tutti i Pontefici vengono scelti anziani?

Fa parte delle regole: la Chiesa da una parta ricatta e dall’altra è ricattata. Vive per tenere nascosti gli affari più torbidi e per ignorare i crimini più palesi. Un Pontefice giovane e autorevole incrinerebbe il sistema. Bonifacio VIII, infatti, non ha faticato a far fuori Celestino V per prenderne il posto. Anche se il caso di Papa Ratzinger è diverso.

Come?
Qui non vedo paura né violenza. Piuttosto un lungo logoramento, che ha messo il Papa nella condizione di andarsene. Penso a Vatileaks e ai marpioni che lo circondano per spiarlo e tradirlo. Non ha pesato solo la malattia fisica.

Che ruolo avrebbe in una sua opera il Segretario di Stato Vaticano, Tarcisio Bertone?
Quello dell’uomo nero, che ha in mano il potere vero, e cura certi affari che chiamare loschi è un eufemismo. Ma non sono convinto che lui sia il padrone: forse è il servo. Lui e le altre ombre gestiscono tutto, a partire dallo Ior. Sa, infatti, chi mi ricorda Ratzinger?

dario foDARIO FO

Dica.
Papa Luciani: l’altro che ha messo le mani nella banca di Dio. L’equilibrio, nella
Chiesa, viene dalla gestione di denaro che arriva da luoghi oscuri, come la mafia. Entrambi i Papi sono stati messi nella condizione di non interferire nel sistema di potere. D’altronde, nella Storia, è sempre stato così.

A cosa pensa?
Alla totale mancanza di autonomia cui sono assoggettati i Papi: basti citare le guerre cui non si sono opposti, i crimini che non hanno combattuto. Ricorda Giovanni Paolo II che si affaccia dal balcone assieme al dittatore Pinochet? Un tale sputtanamento può solo essere l’esito di un ricatto. Come l’atteggiamento del Vaticano durante il nazifascismo.

papa ratzinger benedettoPAPA RATZINGER BENEDETTO

Però è anche grazie alla connivenza che la Chiesa è sopravvissuta nei secoli.
Non sono solo complici, ma anche promotori di strategie meschine. Hanno inventato il Purgatorio pochi anni prima che Dante lo inserisse nella Divina Commedia: non ve n’è traccia nei Vangeli. E l’hanno fatto per guadagnare miliardi, costringendo i familiari dei morti a pagare per le messe, per le esequie e soprattutto per l’intercessione verso il Paradiso. L’idea del Purgatorio è nata nel 1250, e funziona ancora oggi.

Pensa ai privilegi di cui ancora gode il Vaticano, per esempio sul piano fiscale?
Sì, e dobbiamo dire grazie alla nostra classe dirigente. Il peggior personaggio politico che bazzica in Italia, Berlusconi, si è potuto lamentare, quando parte della Chiesa gli ha voltato le spalle, perché fino al giorno prima andavano a braccetto. Privilegi in cambio di appoggio alle urne: funziona così.

Perché, secondo lei, la gente non si ribella a questi meccanismi?
Quando ascolti un Papa che parla in latino o in greco non t’interroghi su quello che dice. È il potere della cultura. E poi qualche secolo fa, per stare tranquilli, hanno anche deciso che mettere in dubbio i dogmi della Chiesa è peccato mortale.

                                                                                                                                CARDINALE TARCISIO BERTONE

CARDINALE TARCISIO BERTONE

Dario Fo

DARIO FO

Anche alla luce di quello che dice,                                   non prova solidarietà verso l’uomo Ratzinger?

È presto per dirlo. I veri motivi per cui ha lasciato emergeranno col tempo, come è successo con Papa Luciani.

Che aspettative ha sul nuovo Pontefice? 

Proprio nessuna. È improbabile che scelgano una figura forte, autorevole come, per esempio, era il cardinale Carlo Maria Martini. Un grande uomo che, infatti, è stato esiliato in Israele.

Tra pochi mesi cambierà tutto: premier, Parlamento, capo dello Stato e Papa.
Significa poco, perché non esiste una forza assoluta che possa gestire il Paese. Casa-leggio (il socio di Grillo, ndr) sostiene che la prossima legislatura durerà al massimo sei mesi. Si faranno accordi generici, fidanzamenti e matrimoni, ma quando si dovranno prendere decisioni serie salterà tutto. Emergeranno le violenze, i segreti, gli inciuci e la piccola mafia politica.

BEPPE GRILLO DURANTE UN COMIZIOBEPPE GRILLO DURANTE UN COMIZIO

Teme che anche i grillini possano trasformarsi in piccoli Scilipoti?
No, perché sanno bene che la loro esistenza politica dipende esclusivamente dal fatto di restare autonomi e diversi dagli altri.

PAPA LUCIANI

PAPA LUCIANI

A proposito, è vero che farà campagna elettorale con Beppe Grillo?
Falso! Mi è bastato scrivere un libro con lui e Casaleggio (“Il Grillo canta sempre al tramonto”, ndr). Però di certo lo voto.

Grillo ha proposto lei come nuovo presidente della Repubblica, che ne dice?
Una boutade! Per carità, non sono così autolesionista. Con quella gente intorno finirei nella tomba entro una settimana. Poi lo sa che tra poco è il mio compleanno? Compio 88 anni: a quest’età dal trono si scende.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: