BRISTOL-MEYERS SQUIBB DECIDE DI ASSOCIARE IL SUO LEDISPAVIR CON SOFOSBUVIR

BRISTOL-MEYERS SQUIBB DECIDE DI ASSOCIARE IL SUO FARMACO IL LEDISPAVIR IN UN MIX DI FARMACI CON SOFOSBUVIR

RICORDATE IL MIO ULTIMO ARTICOLO SUL NUOVO FARMACO ANTI-HCV EPATITE C.                                          articolo precedente =>  http://wp.me/p2kXuA-2aS

Sofosbuvir.svgBristol-Myers Squibb ha programmato di testare i suoi farmaci anti epatite C in associazione al sofosbuvir di Gilead. L’obiettivo è poter curare i pazienti in sole 4 settimane anzichè nelle 12 previste con sofosbuvir. Lo ha reso noto Eric Hughes, leader del programma epatiti di  Bristol-Myers Squibb parlando al canale televisivo CNBC.

Il primo studio  sarà condotto su 30 pazienti con infezione da genotipo I, di cui 15 trattati per 4 settimane e 15 per 6 settimane. Partirà entro fine luglio e poi, se i risultati daranno tassi di cura superiori al 90% si faranno altri studi su  popolazioni più ampie. I dati dello studio saranno pubblicati la prossima settimana sul sito clinicaltrials.gov

Già nel 2012 la Bristol aveva cercato di convincere Gilead a sviluppare il sofosbuvir in combinazione con ilepatite-c daclatasvir. Era anche stato condotto uno studio con risultati brillanti, perchè i tassi di cura erano stati del 100%. Poi Gilead ha deciso di proseguire per suo conto e ha sviluppato la combinazione sofosbuvir/ledispavir e non aveva più voluto collaborare con Bristol.

Adesso sofosbuvir è in commercio e quindi la Bristol lo può testare liberamente in combinazione con i propri farmaci. Se lo studio avesse successo, il costo di sofosbuvir per 4 settimane sarebbe di “soli” Screen.Shot_.2014.06.12.at_.12.15.36$28mila il che aprirebbe spazio per concedere i farmaci di Bristol a un prezzo competitivo.

Gilead, a sua volta, sta testando la combinazione sofosbuvir e ledispavir per terapia di 8 e 12 settimane a seconda della tipologia di pazienti e vi sono studi in corso di sole 6 settimane di terapia.farmaco_92_28401

Il mercato potenziale per la cura dell’epatite è enorme, basti pensare che in soli 3 mesi Gilead ha generato ricavi per 2,3 miliardi. La fortissima competizione che vede impegnate Gilead, AbbVie, Bristol e Merck non potrà che migliorare le già buone prospettive per i malati e (forse) consentire un accesso più economico a queste terapie.

Alessandro Sicuro

One thought on “BRISTOL-MEYERS SQUIBB DECIDE DI ASSOCIARE IL SUO LEDISPAVIR CON SOFOSBUVIR

  1. This is fantastic what Bristol Meyers Squibb is going to be doing to test the efficacy of their medication on and in patients with Hepatitis and Hepatitis C. through their partner Gilead.

    Even though as any clinical trial starts small, but going to the larger population and ultimately available for this population all over will be a welcome development
    There is a large market for this welcome study and treatment and will prove to stave off the disease and its effects in the long run. BUt also with constant monitoring so there are no Ill side effects or other issues.s

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.