Pitti Immagine e Firenze Fiera verso l’unione

PITTI IMMAGINE

Firenze Fiera continuerà a parlare toscano. La società è stata al centro di diverse manifestazioni di interesse da parte di realtà fuori dai confini della regione, tra cui BolognaFiere e Ieg di Rimini-Vicenza. Ma l’offerta di Pitti Immagine è quella da approfondire e sarà discussa nel corso dell’assemblea dei soci convocata per il 29 novembre.

Da anni si ventilava l’ipotesi di una unione tra le due realtà, che consentirebbe di gestire con una massa critica più rilevante il polo fieristico e congressuale fiorentino, a cui fanno capo Fortezza da BassoPalazzo degli Affari e Palazzo dei Congressi, con un giro di affari di 18 milioni di euro.

Dal matrimonio tra i due player fiorentini nascerebbe una realtà da 60 milioni di euro, considerati i circa 40 di Pitti Immagine, realtà controllata per l’85% da Centro di Firenze per la Moda Italiana e per il 15% da Smi.

Come ha rivelato al Corriere della Sera Leonardo Bassilichi, Firenze Fiera ha valutato positivamente l’offerta dell’ente fieristico fiorentino e di conseguenza «decadono tutte le altre proposte, compresa quella di Bologna».

BolognaFiere aveva infatti formalmente fatto richiesta di interscambio di quote societarie con la società che gestisce il polo fiorentino. Anche Ieg di Rimini aveva puntato il radar su Firenze, ma la liaison con Pitti Immagine, che per le sue sfilate e convegni prende in affitto la Fortezza, è risultata più interessante per Firenze Fiera. Anche perché le due società condividono azionisti come Regione ToscanaCamera di commercioCitta Metropolitana e Comune di Firenze.

Sembra dunque sventata l’ipotesi di lasciare libero il campo a enti fieristici più forti, fuori dalla Toscana. Emblematiche in proposito le parole del sindaco di Firenze, Dario Nardella, in un’intervista a Repubblica: «Sostengo l’ipotesi dell’unione Pitti-Firenze, perché solo dando vita a un soggetto più forte potremo dialogare con le altri grandi realtà fieristiche alla pari. Non è un mistero che oggi Firenze Fiera sia troppo piccola».

La trattativa è riservata e nulla trapela dagli headquarters di Pitti Immagine. Anche perché bisognerà trovare una soluzione per far confluire una società di diritto pubblico come Firenze Fiera in una privata come Pitti.

 

 

 

 

Alessandro Sicuro

Alessandro Sure Wordpress - Alessandro Sicuro Facebook - Alessandro Sicuro Twitter - Alessandro Sure Instagram - Alessandro Sicuro

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.