Agosto 15, 2020

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

Free Press And Culture On Line

PIC BOOK INSPIRATION

Schermata 2015-01-28 alle 01.41.25

PIC BOOK INSPIRATION

10954035_10203862757625026_1599174548_n

Schermata 2015-01-28 alle 01.41.45

Schermata 2015-01-28 alle 01.41.57

Schermata 2015-01-28 alle 19.41.36

SHOOT ADV 3 19.28.30

Alessandro Sicuro

 

LORENZO DE MEDICI

Quant’è bella giovinezza

che si fugge tuttavia!

Chi vuol esser lieto, sia:

del doman non c’è certezza.

Quest’è Bacco e Arianna

belli, e l’un dell’altro ardenti:

perché ‘l tempo fugge e inganna,

sempre insieme stan contenti.

Queste ninfe ed altre genti

sono allegre tuttavia.

Chi vuol esser lieto, sia:

del doman non c’è certezza.

Questi lieti satiretti,

delle ninfe innamorati,

per caverne e per boschetti

han lor posto cento agguati;

or da Bacco riscaldati,

ballon, salton tuttavia.

Chi vuol esser lieto, sia:

del doman non c’è certezza.

Queste ninfe anche hanno caro

da lor esser ingannate:

non può fare a Amor riparo,

se non gente rozze e ingrate:

ora insieme mescolate

suonon, canton tuttavia.

Chi vuol esser lieto, sia:

del doman non c’è certezza.

(Lorenzo de’ Medici, Canti Carnascialeschi, Canzona di Bacco)

Lorenzo di Piero de’ Medici, detto Lorenzo il Magnifico (Firenze, 1º gennaio 1449Firenze, 9 aprile 1492), è stato un politico, scrittore,mecenate e umanista italiano, signore di Firenze dal 1469 alla morte, appartenente alla dinastia dei Medici. Lorenzo fu uno degli uomini politici e degli intellettuali più rilevanti del Rinascimento, poeta, statista e membro dell’Accademia neoplatonica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: