A Firenze dal 26 settembre al 4 ottobre la Biennale dell’Antiquariato

biaf_2015_02

A Firenze dal 26 settembre al 4 ottobre la Biennale dell’Antiquariato

Fabrizio Moretti, “Sarà la vetrina mondiale dell’arte italiana”

 <p> <?EM-dummyText Didascalia> </p>

moretti_fabrizio“Ancora più qualità e più internazionalità per confermarsi la vetrina più qualificata, ampia e affascinante della grande tradizione artistica italiana”, afferma il nuovo segretario generale della Biennale

Fabrizio Moretti.

79 mercanti d’arte antica e moderna arriveranno da tutto il mondo per esporre opere di altissima qualità attentamente selezionate: ci saranno grandi ritorni come Jean-Luc Baroni, Londra, ma anche illustri novità, tra cui Otto Naumann Ltd, New York, e Dr. Jorn Guenther Rare Books Ag, uno dei più importanti mercanti di libri e stampe con gallerie a Stalden e Basilea, oltre alle gradite conferme di Mullany, Londra, De Jonckheere, Parigi e Ginevra, Cesare Lampronti, Londra e Roma, Robilant+ Voena, Milano e Londra.

Apertura sempre maggiore verso l’arte moderna con le nuove presenze della Galleria Tega di Milano, della Galleria Frediano Farsetti di Firenze e della Tornabuoni Arte, Firenze, Milano, Parigi, che si vanno ad aggiungere a Sperone Westwater di New York, già presente da qualche edizione.

Il regista e scenografo di fama internazionale Pierluigi Pizzi proporrà alcune novità lungo il percorso espositivo, ispirato come sempre alla sontuosa architettura di Palazzo Corsini: sarà messo in evidenza lo scalone monumentale recentemente restaurato, l’accesso dai Lungarni sarà reso più funzionale ed accogliente, ma soprattutto il Salone del Trono, ampia stanza di 320 metri quadri realizzato da Antonio Maria Ferri tra il 1684 e il 1696, per la prima volta non sarà spazio espositivo ma luogo di incontro, relax e intrattenimento e potrà essere goduto dagli ospiti della Biennale in tutto il suo splendore.

Nel Salone del Trono giovedì 24 settembre si terrà la cena di benvenuto in onore degli ospiti con un menù creato dallo chef fiorentino Marco Stabile e vini offerti dalle Cantine Antinori, seguita da uno spettacolo pirotecnico sulla terrazza di Palazzo Corsini.

Sarà una Biennale, così come altre esposizioni internazionali quali il Tefaf di Maastricht o la Biennale des Antiquaires di Parigi, vissuta a 360° dalla città che la ospita, come auspicato dal sindaco di Firenze Dario Nardella, presidente del comitato direttivo di Biaf. A tale scopo sono state coinvolte numerose realtà economiche, strutture ricettive, hotel, ristoranti e boutique del centro storico fiorentino, che accoglieranno i visitatori della Biennale.

Tra le opere in mostra: Giambattista Tiepolo (Venezia 1696-1770 Madrid) con “Ritratto di Flora”, opera di altissima bellezza e qualità realizzata verso la metà del Settecento e scoperta qualche anno fa in un castello aristocratico francese, dove era rimasta nascosta per due secoli perché considerata di soggetto “osé” (Jean-Luc Baroni); Luca Giordano (Napoli 1634-1705) con “La Gloria di Sant’Andrea Corsini”, un raro capolavoro mai stato sul mercato prima d’ora, in quanto commissionato ed eseguito per i principi Corsini e da allora sempre custodito nella loro collezione (Antonacci-Lapiccirella Fine Art); Giorgio De Chirico (Volos 1888 – Roma 1978) con l’olio su tela “Cavalli e rovine in riva al mare” (Galleria d’Arte Frediano Farsetti). Oltre a dipinti anche sculture, disegni e incisioni, mobili e manoscritti.

sure-com

by

Biennale BIAF 2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.