Ottobre 22, 2020

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

Free Press And Culture On Line

Piramide di Cheope: scoperta una nuova stanza

Usate particelle elementari chiamate muoni. Provengono dai raggi cosmici e cambiano traiettoria quando attraversano spazi vuoti. Il nuovo ambiente è lungo almeno 30 metri. Scoprirne la funzione e il contenuto sarà la prossima missione degli archeologi

La soluzione, alla fine, è arrivata dallo spazio. A svelare la presenza di una camera segreta della piramide di Cheope, infatti, non era riuscito il califfo al-Ma’mun intorno all’820, né gli avventurieri europei dell’800. La stanza, lunga almeno 30 metri, situata sopra alla Grande Galleria, nel profondo di uno dei più enormi e antichi monumenti eretti dall’uomo, è stata scoperta oggi grazie ai muoni. Si tratta di particelle elementari che vengono generate nei raggi cosmici, al di fuori dell’atmosfera terrestre, e che sanno distinguere la presenza di ambienti vuoti anche all’interno di mura massicce come quelle della gigantesca piramide.

La rivista Nature pubblica con grande rilievo le conclusioni di una ricerca che va avanti da due anni, non senza indiscrezioni. A ottobre dell’anno scorso, per esempio, fu annunciata una prima “anomalia” che poteva suggerire la presenza di un corridoio localizzato vicino alla facciata nord. Oggi, grazie alla capacità dei muoni di seguire traiettorie diverse se attraversano la roccia oppure il vuoto, si è arrivati alla scoperta, con gli archeologi guidati da Mehdi Tayoubi  dell’Hip Institute di Parigi e Kunihiro Morishima dell’università di Nagoya in Giappone, coordinatori del progetto ScanPyramids.

Della nuova camera non sono note né la struttura precisa né la funzione o il contenuto. Si fa festa per un mistero risolto – l’ultima grande scoperta relativa al monumento risale al XVIII secolo – ma l’asticella della curiosità è stata solo spostata più in là. La Grande Piramide fu costruita durante la Quarta Dinastia dal faraone Cheope, che regnò tra il 2509 e il 2483 a.C. E’ il più grande fra i monumenti della piana di Giza, alla periferia del Cairo, con i suoi 139 metri di altezza e 230 di larghezza. Nonostante secoli di esplorazioni, più o meno avventurose, non è affatto chiaro come sia stato possibile costruirla.

0ccbdf629zfzy6i   schermata-2017-01-16-alle-21-05-12

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: