Settembre 28, 2020

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

Free Press And Culture On Line

318 CANDELINE A TIEPOLO

5-tiepolo

318 CANDELINE AL MIO PITTORE PREFERITO

IL GRANDE GIAMBATTISTA TIEPOLO

Il Google Doodle di oggi, mercoledì 5 marzo 2014, è dedicato in Italia a Giambattista Tiepolo, in occasione del 318esimo anniversario della sua nascita. Zuan Batista, infatti, era nato a Venezia il 5 marzo del 1696. Pittore celebre del Settecento veneziano e artista tra i più importanti in Italia, Tiepolo è stato autore di opere di eccezionale bellezza.  Basti pensare, per esempio, agli affreschi della volta della cappella del Santissimo Sacramento nel Duomo di Udine, realizzati nel 1726, o alle decorazioni del Castello e del Palazzo Patriarcale della stessa città, con l’Apparizione dei tre angeli ad Abramo nella galleria lunga.

Nel corso della sua lunga e luminosa carriera, il pittore veneziano ha avuto modo anche di creare dieci tele con storie romane per il palazzo veneziano del Patriarca, tele che oggi si possono ammirare al Kunsthistorisches Museum di Vienna, al Metropolitan Museum di New York e al Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo.

Tiepolo ha lasciato la sua impronta anche a Milano realizzando gli affreschi di cinque soffitti di Palazzo Archinto (purtroppo distrutti dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale) e dipingendo il soffitto del salone e le pareti di Palazzo Dugnani.

Certo è che quello di Mountain View è stato un omaggio decisamente inaspettato al maestro veneziano, non fosse altro perché l’anniversario della sua nascita non prevedeva una cifra tonda. Nessun problema, comunque, e anzi meglio così: è giusto ricordarsi di onorare un artista in ogni occasione, e non solo in corrispondenza di anniversari “scontati”. Anche perché il patrimonio che Tiepolo ci ha lasciato in eredità è davvero degno di noto.

Lo sanno bene i veneziani, che possono vedere da vicino la Natività eseguita nella chiesa di San Zulian e l’Educazione della Vergine situata nella chiesa di Santa Maria della Fava, senza dimenticare l’Adorazione del Bambino della Basilica di San Marco; ma lo sanno bene, per esempio, anche i bergamaschi, visto che il Duomo del capoluogo orobico presenta affreschi di straordinaria bellezza nella Cappella Colleoni.

E allora, per celebrare degnamente il Google Doodle di oggi, vale la pena di citare le parole che nel 1733 Antonio Maria Zanetti il Giovane dedicava al Tiepolo: “suo distinto pregio è il pronto carattere d’inventare e inventando di distinguere e risolvere ad uno stesso tempo quantità di figure con novità di ritrovati, con molteplicità e ottima disposizione di attrecci e altro; unendo a ciò una esatta intelligenza di chiaroscuro ed una lucidissima vaghezza“.

Tiepolo: (Venezia5 marzo 1696 – Madrid27 marzo 1770)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: