Novembre 28, 2020

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

Free Press And Culture On Line

WELCOME TO PITTI FRAGRANZE 12

Fragranze12_3

WELCOME TO PITTI FRAGRANZE 12

La profumeria d’autore non si ferma mai, tanto meno i personaggi e i brand che la animano. Sembra ieri la conclusione della Milano perfume week 2014 e molti annusatori seriali non hanno ancora finito di provare le novità presentate a Marzo, che già arrivano le prime anticipazioni su Pitti Fragranze 12 che si svolgerà come da tradizione alla Stazione Leopolda di Firenze, da venerdì 12 a domenica 14 settembre.

La parola al profumo. Anche questa edizione sarà caratterizzata da un tema affascinante, Profumi & Parole, che diventerà il filo conduttore della kermesse fiorentina con incontri, appuntamenti di cultura olfattiva, istallazioni e tavole rotonde dedicate al dialogo tra fragranze e parole, con particolare attenzione a quei poeti e scrittori che nel corso dei secoli hanno amato scrivere e descrivere il mondo degli odori attraverso la loro arte.

 

Tra i progetti speciali di Fragranze 2014 segnaliamo Verba Olent – Viaggio nella letteratura del profumo, un percorso appassionante a cura di Giovanna Zucconi, giornalista e conduttrice radiotelevisiva e anima di Serra&Fonseca, marchio che esplora le connessioni fra profumo e letteratura, arte e design. Il progetto-installazione Verba Olent è un percorso attraverso le mille sfumature del profumo letterario, o della letteratura profumata. Non è un mistero che fragranze e odori attraversano nei secoli la letteratura occidentale: una traccia segreta ad alta intensità emotiva, un fil rouge olfattivo per esprimere eros, nostalgia, giudizio sociale, misticismo. Dalla Bibbia a Baudelaire, da Shakespeare a Pascoli, il più negletto e misterioso dei sensi tratteggia personaggi, trasmette emozioni, evoca memorie, racconta il passato: serve a raccontare l’impalpabile, l’invisibile, l’indicibile e spesso anche l’insondabile.

Oltre le parole, a Pitti Fragranze 12 ci saranno anche i brand più amati della profumeria d’autore con i loro classici e le novità che, vi anticipiamo, saranno tantissime.

Il meglio del primo giorno a Pitti:

Il Pitti Fragranze è sempre un mix di emozioni ed eventi, incontri con nasi internazionali e scoperte nostrane. Ecco il meglio della prima giornata, secondo la redazione di Icon.

1. Ombre Indigo di Olfactive Studio. Si ispira a una fotografia, come tutte della linea – in questo caso un’immagine di Gustavo Pellizzon in cui una giovane donna (o uomo?) emerge dall’acqua. Il jus è un blu mare, e racchiude legni, resine, tuberosa e petit grain. Distribuito in Italia da Essenses.

2. Patchouliful di Laboratorio Olfattivo. Questo è un patchouli reale, ispirato a un re tradizionale ma che ha vissuto negli anni Settanta, quindi porta camicie hawaiane e ha manifestato per le piazze. Il patchouli è meno terrose del solito, che appare e scompare a sorpresa. Distribuito in Italia da Kaon.

3. The Modern Figaro di Chez Dedi e Men’s Heritage. Il kit portatile del perfetto hipster: uno spazzolino e un pettine da baffi, una cera sempre per i baffi di Capt Fawcett’s racchiusi in un’elegante pochette in morbida pelle.

4. Vintage set di Taylor of Old Bond Street. Spazzolini d ogni foggia e misura per pulire le unghie, e l’eleganza da gentleman inglese di Taylor of Old Bond Street vincono sempre. Distribuito in Italia da Calè.

5. Cleanser by Zenology. Una linea corpo unisex, dal doccia gel allo shampoo, nel rispetto della pelle e anche dell’estetica del bagno. Distribuito in Italia da Campomarzio70.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: