IL FENOMENO CULTURALE DEI BRAND LOW COST E’ SOLO PER LA CRISI OPPURE QUALCOSA STA CAMBIANDO

 FASHION VICTIM OR NOT VICTIM?

 

IL FENOMENO CULTURALE DELLE CATENE LOW COST E’ SOLO UNA CONSEGUENZA DELLA CRISI OPPURE QUALCOSA STA CAMBIANDO NELLA MENTE DELLE FASHION VICTIM.

LA TENDENZA INFATTI, ANCHE TRA I BIG, E’ QUELLA DI ACCOSTARE CAPI DI FASCIA ALTA A PEZZI DI DESIGN MOLTO FRESCO E INTUITIVO E DAL COSTO VERY LOW.

GLI ANALISTI HANNO AFFRONTATO L’ARGOMENTO SVISCERANDO IL PROBLEMA LA RISPOSTA E’ CHE SPESSO I MATERIALI E LE RIFINITURE DEI NUOVI LOW PRICE SONO DI OTTIMA QUALITA’ RISPETTO ALLE FIRME COSTOSE.

 

«Una lista dei migliori brand italiani di moda low cost, per accontentare i gusti di tutte le fashion victim  nazionali e non solo »

Se l’Italia è famosa nel mondo per le griffe d’alta moda, in un momento di crisi anche i marchi nostrani di moda low cost spopolano dentro e fuori il Paese. Sono le piccole “Zara italiane”, che anno dopo anno ottengono sempre più successo, unendo lo stile italiano alle mode stagionali.

I brand luxury, si sa, li amiamo, desideriamo e sogniamo tutti. Ma se vogliamo (o dobbiamo?) stare attente al portafoglio, la moda low cost arriva in nostro soccorso, proponendoci capi alla moda e dal design italiano, ma a prezzi decisamente più abbordabili. Se vogliamo copiare e reinterpretare outfit visti sulle riviste patinate, ci basterà dare un’occhiata tra gli scaffali di negozi come Alcott o Terranova per trovare capi alla moda ed eleganti. Sempre più blogger e influencer, inoltre, si divertono a mixare capi d’alta moda con prodotti meno elitari.

Non solo alta moda e sartorialità: sulla scia di casi internazionali come H&M e ZARA, il fashion system italiano propone anche brand di moda low cost, con le loro collezioni economiche e tendy allo stesso tempo. Scopriamo insieme quali sono i brand italiani più celebri nel panorama del fast fashion

 

ALCOTT: fondato nel 1988 da Nunzio Colella, nasce come brand rivolto ai più giovani. Due anni dopo arriva l’apertura del primo flagship store, che porta il brand ad un grande successo. Il suo scopo è sempre stato quello di proporre capi alla moda ma economici e di qualità, al fine di creare un duraturo rapporto di fiducia con la propria clientela. Oggi Alcott ha negozi sparsi in tutta Italia, ma anche in Spagna, Francia, India e Georgia.

 

CALZEDONIA: dal 1986, anno della fondazione, il gruppo Calzedonia è guidato da Sandro Veronesi, inventore del marchio a Vallese di Oppeano, alle porte di Verona. L’idea era assolutamente innovativa per l’epoca: creare un negozio di calze, quando per comprare i collant si andava solo nelle mercerie o tra gli stand dei venditori ambulanti. Nel 1996, nasce il marchio Intimissimi, focalizzato sull’intimo. Il 2003 è l’anno di Tezenis, divenuto il brand low cost per eccellenza in Italia: sempre intimo, ma a prezzo più basso. Il gruppo di Veronesi ha, dunque, tre canali diversi per tre pubblici differenti, che non si fanno concorrenza tra loro. Il pregio, come dice lo stesso Veronesi, è quello di aver «democratizzato» lo shopping dell’intimo, prima riservato a un pubblico ristretto.

 

OVS: è uno dei brand italiani più apprezzati nel settore della fast fashion. OVS Industry è stato fondato nel 1972 e presenta collezioni alla moda e di buona qualità, ovviamente dal design Made in Italy. Uomo, Donna e Bambino sono le linee proposte dal brand, che ha numerosi negozi non solo in Italia ma anche all’estero. OVS  veste ogni istante della giornata, con proposte basic e casual fino ai capi più eleganti per le occasioni speciali.

 

TERRANOVA: il marchio è stato creato nel 1988 da Vittorio Taddei, fondatore del gruppo Teddya cui facevano già capo brand come Rinascimento e Calliope. Anche questo brand si rivolge ad un pubblico prevalentemente giovane, dall’immagine fresca, solare, con uno stile metropolitano che presto diviene una vera e propria filosofia. Il brand è accessibile, diretto e veloce, e naturalmente di successo. Infatti sono ormai quasi trent’anni che Terranova colleziona successi, e ad oggi conta più di 500 punti vendita sparsi in tutto il mondo.

 

YAMAMAY: nato nel 2001 da un’idea dell’imprenditore napoletano Gianluigi Cimmino, è uno dei brand di moda low cost più conosciuti e apprezzati in Italia e all’estero. Al timone della Inticom S.p.A. si pone Luciano Cimmino, padre di Gianluigi, già protagonista del successo di Original Marines; con loro anche la figlia Barbara, che ha creato la Yamacademy, corporate school dell’azienda, e suo marito Francesco Pinto, già manager in Procter & Gamble ed ad oggi Presidente della Inticom S.p.A. Esattamente dopo dieci anni di vita Yamamay vive un secondo momento di grande sviluppo e crescita, grazie all’ingresso della famiglia Carlino, fondatrice del marchio Carpisa e alla creazione della Pianoforte Holding, nella quale convergono due brand di straordinario successo: Yamamay e Carpisa.  “Più uniti, più forti” diventa il motto del gruppo, che raggiunge in poco tempo il traguardo dei 1000 negozi, con più di 1200 dipendenti.


TOKUNO SHIMA: Una catena di 50 negozi in tutta italia. Da un progetto dell’imprenditore Bartolomeo Marchitto.  Il brand presenta uno stile street fashion con proposte active wear dal mood pratico, come lo sono i giovani di oggi. Il design si incentra sull’ideazione e creazione di un total look attrattivo, a partire dal jeans che è il core business della casa madre, fino alle proposte di abbigliamento ed accessori (t-shirt, camicie, maglieria, pantaloni, felpe, smanicati, giacche, giubbini). Le creazioni si basano sul mondo virtuale, il fumetto, l’esplosione di colori, ma anche il bianco e il nero. Il marchio è Made in Italy, dalla scelta dei tessuti e dei materiali, al design, alla tecnologia, molto avanzata che gestisce il supply chain management della filiera dal produttore al consumatore raccogliendone e non è poco, persino le tendenze, le attitudini di scelta prodotto e gli acquisti, tutte statistiche  elaborate dai lab per offrire sempre proposte nuove ed in chiave con le tendenze. La rapidità di diffusione sul mercato rende questa piattaforma molto performante. Il gruppo di proprietà interamente italiana, che da lavoro a maestranze principalmente italiane, detiene una filiera incredibilmente corta. In arrivo a breve anche l’ e-commerce.
28424220_2079486168952708_8144388658884234635_o

Alessandro Sicuro Comunication

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.