Ottobre 16, 2021

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

Free Press And Culture On Line

SAINT LAURENT PARIS FASHION WEEK PRIMAVERA – ESTATE 2022

Si illumina la Tour Eiffel e il direttore creativo di Saint LaurentAnthony Vaccarello, illumina la pedana della Maison De Verre, con al centro un’enorme scultura di luce e acqua. Elementi che rendono il set-up della collezione primavera-estate 2022 quasi magico, riportando alla ribalta il rapporto speciale tra uomo e arte.

 

SAINT LAURENT PRIMAVERA/ESTATE 2022

Lo stesso che non lasciò indifferente Yves Saint Laurent quando incontrò a New York Andy Warhol, o a Barcellona Picasso, diventando poi amico di entrambi.

Quanto questo legame amicale abbia potuto influenzare le scelte di stile di Anthony Vaccarello lo si vede nei primi look che appaiono in passerella, dove i capelli corti e le labbra tinte di un rosso lacca non sono altro un omaggio a Paloma Picasso, simbolo di edonismo latino.

Un momento di grande sensibilità, questo, frutto di una creatività che trasforma questa icona in un emblema dello stile parisien, per generazioni che riscoprono la fisicità e la sessualità.

 

SAINT LAURENT PRIMAVERA/ESTATE 2022

Vaccarello sottolinea l’importanza cruciale delle donne, che hanno un potere assoluto sul loro corpo, in particolare in un momento in cui si stanno affacciando a molte sfide per il futuro.

Le giacche dalle spalle larghe si armonizzano con la giustapposizione proporzionale delle maniche tre quarti e i capi in denim sono allampanati, a vita alta, mentre il gioco dei pantaloni attillati tagliati in spandex e delle tute è tutto basato sulla seduzione.

 

 

SAINT LAURENT PRIMAVERA/ESTATE 2022

La donna Saint Laurent è sempre super accessoriata, con guanti di pelle iridescenti in toni caldi, che si rifanno ai colori della Pop Art e dove si appoggiano grandi gioielli.

L’occhio dello spettatore sofferma sulla pochette scivolata nella cintura dei pantaloni, che ricorda ancora Paloma Picasso in un programma teatrale, in cui si esibì con un’immagine di aristocratica spavalderia, amplificando il senso di spensieratezza del tempo vissuto.

Una collezione molto dressed up, quella andata in scena sotto la Tour Eiffel, che in fin dei conti incarna un’estetica “politicamente corretta”, ma con una carica seduttiva che alimenta una potente idea di femminilità.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alessandro Sicuro

Alessandro Sure Wordpress - Alessandro Sicuro Facebook - Alessandro Sicuro Twitter - Alessandro Sure Instagram - Alessandro Sicuro

 

 

 

 

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: