Gennaio 28, 2023

FREE PRESS AND CULTURE ON-LINE

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

PAUL SMITH: SARTORIA NEL MENSWEAR A PARIGI

Parigi amerà sempre la diversità, soprattutto nella moda. Come nelle ultime 48 ore, quando un britannico ha presentato creazioni sartoriali rilassate in una cattedrale yankee e uno statunitense in ascesa ha mescolato l’arte performativa con tessuti ad alte prestazioni.

Sartoria post-pandemica da Paul Smith, che ha giocato con tante idee su come vogliono vestirsi gli uomini uscendo dal lockdown.
“Ero focalizzato sul mio amore di lunga data per i tessuti sartoriali e la sartorialità, come nella giacca corta che indosso, che è composta da tessuti sartoriali, ma è stata trasformata in un gilet corto con cerniera”, ha spiegato Sir Paul Smith dopo la sfilata.
Sebbene noto per i suoi colori, Smith ha sorpreso il pubblico con i quattro outfit d’apertura tutti in nero, utilizzando ancora una volta materiali sartoriali in modo inaspettato, in particolare i piumini di velluto a coste tagliati ai lati.
“Dopo il Covid, le persone volevano tornare a vestirsi. Ora vogliono apparire di nuovo belli, ma non in modo tradizionale”, ha detto il famoso cavaliere della moda dopo la sfilata, all’interno della sagrestia della cattedrale americana di Parigi, dove ha svelato questa collezione Autunno-Inverno 2023/24.
L’idea di spicco di Sir Paul è stata la serie di mantelle ispirate a tappeti vecchi 200 anni che ha scoperto di recente in Italia. Tappeti facenti parte della raccolta di un collezionista milanese, che Smith prevede di presentare questa primavera in PAUL SMITH: SARTORIA E ARTE NEL MENSWEAR A PARIGI
“I tappeti erano sempre di colori un po’ strani, dato che erano tinti a mano”, ha fatto l’occhiolino, indicando un cappotto sul suo moodboard, un mix meravigliosamente bizzarro di astrazione e color block.
La sua silhouette variava da gambe parallele a mega oversize, mentre le giacche erano tagliate di qualche centimetro in più – stile anni ’90. Tante riprese dei suoi tartan d’archivio – rifatti in tessuti moderni – con tanti pattern su pattern. Dettagli a quattro bottoni su polsini e pantaloni, sempre anni ’90. Scarpe da ginnastica bianche e abiti scuri, in stile Is she really going out with him? di Joe Jackson.
“Rivisitando alcune cose che ho fatto nella mia, lunga, lunga, lunga, lunga, lunghissima carriera. E restando ancora in piedi, in qualche modo”, ha detto Smith, allargando le mani con un’enorme risata.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona, in piedi e calzature
Alessandro Sicuro Comunication
Alessandro Sure Wordpress - Alessandro Sicuro Facebook - Alessandro Sicuro Twitter - Alessandro Sure Instagram - Alessandro Sicuro

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: