Settembre 24, 2020

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

Free Press And Culture On Line

ECCELLENZE PUNTO IT E’ ITALIANO IL PACEMAKER PIU’ PICCOLO AL MONDO

pacemaker-GVM

Ecco un’altra eccellenza italiana: il pacemaker più piccolo al mondo

Il minuscolo dispositivo, grande solo due centimetri e pesante circa due grammi, è stato impiantato in due diversi interventi a Ravenna e Bari con successo. Funziona senza fili e si ricarica in wi-fi

È italiano il pacemaker più piccolo del mondo. Ecco l’ennesimo successo medico made in Italy che è stato impiantato da due distinte equipe del Maria Cecilia Hospital di Cotignola (Ravenna) e dell’Anthea Hospital di Bari a due pazienti affetti da squilibri cardiaci.

Il pacemaker, denominato “Micra Transcatheter Pacing System” (TPS) possiede dimensioni pare ad un decimo di quelle presenti in dispositivo di tipo tradizionale ed è frutto di un lungo lavoro condotto da 12 aziende sanitarie italiane, dislocate in corrispondenza dei maggiori centri di ricerca della Penisola e facenti capo al gruppo Gvm Care & Research.

La realizzazione del minuscolo dispositivo, di soli due centimetri e del peso di circa due grammi, è nata dall’intuizione di liberare i pacemaker da cavi ed  elettrodi di stimolazione, andando così a incorporare il tutto in un singolo elettrodo in grado di stimolare le funzione cardiache in modo autonomo.

Grazie all’impiego della tecnologia wireless è possibile, inoltre, fare in modo che Micra TPS risultasse ricaricabile attraverso una connessione di tipo wi-fi, andando a semplificare non solo l’indossabilità del pacemaker, ma anche il diretto accesso alla sua funzionalità di base.

Le ridotte dimensioni del pacemaker, inoltre, riducono anche al minimo le probabilità di complicanze post-operatorie. I due interventi in questione, eseguiti su pazienti di 64 e 73 anni, sono durati circa mezz’ora ed hanno riportato un pieno successo.

Alessandro Sicuro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: