Viale Certosa come Hollywood per l’opening del Garage Italia di Lapo

GARAGE ITALIA

 

Viale Certosa come Hollywood per l'opening del Garage Italia di Lapo

Viale Certosa in parte bloccato ieri sera, 7 novembre, per l’opening party da 2mila invitati di Garage Italia: l’ex Agip Supercortemaggiore di piazzale Accursio a Milano torna a vivere come hub creativo ideato e diretto da Lapo Elkann, con un ristorante gestito da Carlo Cracco, un bar, spazi espositivi e la sede di Garage Italia Customs, atelier specializzato nella personalizzazione di auto, aerei, barche, moto.

 

Insieme all’architetto Michele De Lucchi, Elkann – che ha compiuto 40 anni a ottobre – ha trasformato la storica stazione di servizio in un ambiente avveniristico e futuribile di 1.700 metri quadri su tre piani, «all’insegna di stile, passione, inventiva e bellezza in tutte le sue forme» come ha precisato.

L’inaugurazione ha fatto il pieno di vip: stilisti, compreso l’onnipresente Marcelo Burlon, personaggi televisivi – da Martina Colombari a Victoria Cabello, di nuovo in forma dopo la malattia che l’ha bloccata per quasi tre anni, fino a Simona Ventura e Camila Raznovich – , attori come il fotografatissimo Alessandro Roja, imprenditori tra cui l’ex fidanzata di Lapo, Goga Ashkenazi, la famiglia Elkann-Borromeo e altri. In pole position il sindaco Beppe Sala.

Detto per inciso, mentre i “belli e famosi” si divertivano e gustavano il light dinner a cura di Carlo Cracco, su viale Certosa – chiuso per un tratto – il traffico procedeva a rilento tra il disappunto, ma anche la curiosità, degli automobilisti, di fronte a quello che è stato definito un concentrato di “Dolce Vita 4.0”.

Spenti i riflettori, la speranza degli abitanti della zona, attualmente non certo ai massimi splendori, è che questa location possa fare da apripista per progetti di riqualificazione e rivitalizzazione dell’area.

Tornando a ieri sera, tante dunque le star in carne e ossa, ma l’attenzione è stata catalizzata anche dall’ultimissimo modello della Fiat 500 Abarth, con effetto mapping e caleidoscopico, presentato in anteprima mondiale e dagli elementi d’arredo che si fanno ricordare (e fotografare): la carrozzeria di una Ferrari 250 GTO e i sedili di un’altra Ferrari, la 599 GTB, la scenografica pista giocattolo da 35 metri sul soffitto, l’aereo “Black Chrome” sul tetto, le 1.100 automobiline di tutti i colori sospese sul bar, il motoscafo Riva all’ingresso, i divani Frau ispirati alla Ferrari di Gianni Agnelli e, non ultime, le opere d’arte di Bonalumi Castellani provenienti dalla Galleria di Marco Voena (nella foto, Carlo Cracco, Camila Raznovich, Lapo Elkann e Michele De Lucchi dall’account Instagram di Garage Italia)

0ccbdf629zfzy6i   schermata-2017-01-16-alle-21-05-12

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...