Aprile 12, 2021

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

Free Press And Culture On Line

GIORGIO ARMANI MULTICOLOR SPORTMAX SEMPRE MOLTO FEMMINILE ALLA MDFW

Uno studio sui contrasti quello visto sabato mattina alla settimana della moda di Milano, quando due importanti marchi di moda hanno giocato contro le loro reputazioni. Giorgio Armani mostrando abiti da sera come fossero daywear, Sportmax rivoluzionando il suo DNA.

          Giorgio Armani – Autunno-Inverno 2021/22 – Prêt-à-porter femminile – Milano – Photo: Giorgio Armani

 

Giorgio Armani

Due sfilate in una da Giorgio Armani: coppie – di donne e uomini– hanno sfilato in più passaggi, in uno show iniziato insolitamente con i vestiti da sera.

Ragazze in una vasta gamma di top iridescenti, effetti bolle di sapone e forme floreali arruffate. Ragazzi in camicie cinesi con colletto a fascia sotto giacche di velluto in viscosa.

La luce danza su metà della collezione, presentata in un video girato all’interno della sede milanese di Armani.Sartoria fluida ovunque – le signore in un mix di dhoti crêpe de chine e jodhpur di seta, indossati sopra blazer con spalle morbide o su alcune splendide tuniche simili a grembiuli. La reputazione di Giorgio come miglior sarto della moda nell’ultimo mezzo secolo non viene certo minacciata dopo questa performance fantasiosa e ricca d’immaginazione.

Strepitosa la tavolozza di colori (tonalità acquatiche, verdi con riflessi turchesi, viola pallidi e rosa tenui), inaspettati in una collezione Autunno-Inverno 2021.

A volte, con alcuni dei tessuti da paracadute, è sembrato che lo stilista piacentino si fosse anche impegnato un po’ troppo, forse esagerando. Ma meglio che giocare sul sicuro.

Per le serate più cerebrali, smoking scintillanti come polvere di carbone e abiti-cappotto di velluto nero con colletti a coda di rondine trasudavano classe, fatti lievitare con un tocco di umorismo – un ritratto in bianco e nero di un giovane Giorgio stampato su un abito da cocktail.

          Giorgio Armani – Autunno-Inverno 2021/22 – Prêt-à-porter femminile – Milano – Photo: Giorgio Armani

“La collezione emerge in un ambiente notturno, ma anche nel bel mezzo della giornata… un guardaroba strutturato, una collezione di capi che, se aggiornati, attraversano i decenni in rapide transizioni”, ha spiegato il designer nelle note al programma.

In apertura del défilé la statua di un gorilla verde, torva e minacciosa, guardava in cagnesco i venti modelli mentre sfilavano. Nel finale, il peso massimo degli stilisti italiani, Armani appunto, ha posato raggiante per i saluti, appoggiandosi al suo King Kong ecologico.

Sportmax

                      Sportmax – Autunno-Inverno 2021/22 – Prêt-à-porter femminile – Milano – Photo: Sportmax

Quella che in precedenza era l’educata cugina della più matura donna Max Mara, ora è la sua sorella minore impudente e scavezzacollo. Una femme fatale che rischia di far girare la testa ai bellocci pretendenti della sorella più grande. Insomma, una nuova e più impertinente ragazza della notte da Sportmax.

Il set diceva tutto: tanti lampadari – parecchi adagiati a terra – in uno spazio buio da night club dove il cast girovagava furtivamente in cerca di prede.

Gonne lunghe in lycra con camicie o blouson di pelle da rocker, reggiseni audaci e look semitrasparenti. La sorella minore è proprio determinata a divertirsi un po’ dopo la chiusura dei locali. Capigliature da Beatles o acconciature cerate, mini orecchini a croce, grandi occhialoni da seduttrice.

Più tardi, donne fatali al vernissage di una galleria d’arte che indossano guanti lucidi; abiti in pelle decorati con collane fatte di cavi elettrici; cappotti in finto cheongsam o impertinenti outfit monospalla tie-dye da gallerista indossati con anfibi.

                       Sportmax – Autunno-Inverno 2021/22 – Prêt-à-porter femminile – Milano – Photo: Sportmax

Queste creazioni hanno segnato un significativo cambio di marcia per l’etichetta reggiana. Anche i cardigan skinny sono parsi suggestivi, rifiniti con dettagli di lingerie dalla chiusura a strappo. Comunque nella collezione c’erano molte proposte anche per i momenti più seri: abiti color grigio metallo tagliati con giacche da autista e pantaloni a tubo, o soprabiti maschili perfettamente confezionati.

Bello vedere Sportmax proporre un impatto simile in uno show che si è concluso con il cast che ballava in trance sotto i lampadari di cristallo. Prevediamo che quando il lungo incubo della pandemia finirà, le donne desidereranno ardentemente potersi godere la loro vita e controllarla completamente.

 

 

LA COUVERTURE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: