Dicembre 4, 2021

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

Free Press And Culture On Line

L’AMERICA CANCELLA IL DAZIO DEL 25% SUL MADE IN ITALY

Gli Stati Uniti e cinque Paesi europei, tra cui l’Italia, hanno raggiunto un accordo per mettere fine alla disputa sulla digital tax imposta da alcune nazioni in Europa ai big dell’hi-tech americani, che aveva fatto reagire gli Usa con l’imposizione di un dazio aggiuntivo del 25% sul valore dell’import di alcune categorie di prodotto tra cui abbigliamento, scarpe, borse e occhiali.

Le sanzioni commerciali nei confronti di Italia, Francia, Spagna, Austria e Uk erano state annunciate da Joe Biden ma subito sospese dal presidente americano, per favorire una soluzione in sede Ocse (che infatti è arrivata) sulla tassazione globale, che riguarda tutte le multinazionali e di conseguenza anche quelle del settore digital.

In base all’accordo che porta all’introduzione della Global minimum tax, i Paesi europei bloccheranno la digital tax che colpiva i colossi tecnologici come Google e Facebook non appena entrerà in vigore il nuovo regime su cui è stato raggiunto l’accordo in sede Ocse, ovvero nel 2023.

L’accordo firmato da 136 Paesi Ocse su 140 si fonda su due pilastri: il primo prevede che almeno una parte dei profitti sia tassata nel Paese in cui la multinazionale effettivamente opera; il secondo che la corporate tax non possa essere inferiore al 15% degli utili.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alessandro Sicuro

Alessandro Sure Wordpress - Alessandro Sicuro Facebook - Alessandro Sicuro Twitter - Alessandro Sure Instagram - Alessandro Sicuro

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: