Settembre 22, 2020

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

Free Press And Culture On Line

IL RISPARMIO POSTALE DEGLI ITALIANI PER IL TERZO MONDO E NOI?

Buoni-fruttiferi-postali

Il Risparmio postale degli italiani per il terzo mondo e noi?

Approvata alla Camera in prima lettura la legge-truffa di riforma della cooperazione internazionale, che sancisce lo stanziamento di contributi per infrastrutturare i paesi poveri. I risparmi che gli italiani custodiscono sui propri libretti postali o investono in buoni fruttiferi postali potranno essere utilizzati dalla Cassa Depositi e Prestiti non solo per finanziare i mutui accesi dagli Enti locali, ma anche per finanziare oleodotti in Iraq o ponti in Afghanistan a spese dei risparmiatori italiani. Pertanto i debitori della moneta corrente non saranno solo gli Enti locali che nonostante un inesistente garantismo possono essere comunque dismessi, ma anche Paesi Terzomondisti, poveri e impegnati nei conflitti, che senz’altro avranno difficoltà a restituire i fondi in tempi brevi.

In una  Italia in recessione e in un Europa che vacilla a rimetterci saranno sempre gli stessi, e le leggi continueranno ad essere votate senza manifestazione di voto.Così tanto perché gli italiani possano decidere chi va e chi resta.

Arabella Siano

Riporto quanto firmato da Caris Vanghetti:

5xmOaImt

ECONOMIA: Il risparmio postale è da terzo mondo.

….I soldi dei libretti postali e dei buoni fruttiferi postali potranno essere usati per fare oleodotti in Iraq o ponti in Afghanistan. L’aula della camera ha approvato, in prima lettura (n.b.) la legge di riforma della cooperazione internazionale (ah si?).Tra le pieghe di articoli e commi)…Insomma precedentemente i i soldi dei libretti postali potevano essere utilizzati per la concessione di mutui agli Enti locali(che sappiamo sono quasi sempre in perdita!!!!!) per la realizzazione di infrastrutture(così i milioni di euro stanziati li paghiamo noi!) poichè secondo il governo gli Enti non possono fallire (Ah si? Possono essere dismessi però e non saldare per inadempienza fino al riscatto quantomeno immobiliare, visto che il mobiliare…e dove sarebbe più???) e c’è la Garanzia dello Stato(Figurati!!!!!)

Ora si passa a finanziare con i soldi dei risparmiatori italiani PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERNAZIONALE.(Che siccome che hanno saputo gestire il piccolo…e chiaramente si possono allargare a spese di chi ha fatto la formica  magari una vita eh????) Come debitori, scrive giustamente il collega,paesi poveri e magari in guerra!!!!!!La garanzia dello Stato c’è ma se i fondi poi non dovessero essere restituiti aumenterebbe il debito pubblico…e ci si attacca al tram se passa, aggiungo.

Ma è la Todini sotto consiglio di Berluscao o chi per essa che ha queste splendide idee?E stanno continuando i lavori del Governo perchè la gente d’estate è più distratta del solito e i parlamentari possono????E vorrei proprio che le votazioni, quando non sono segrete fossero stampate sui quotidiane e rese note su internet.Perchè da questa postazione….”Meditate gente meditate.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: