Novembre 29, 2020

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

Free Press And Culture On Line

CHI PAGHERA’ PER QUESTO?

160408761-5586634d-2639-44ee-ae5b-d2a82cba54d6

VIOLENZA ANNUNCIATA – DOPO IL “SACCO DI ROMA” DEI TIFOSI DEL FEYENOORD, MARINO ANNUNCIA: “L’OLANDA MI HA DETTO CHE NON PAGHERÀ I DANNI” – HOOLIGAN PROCESSATI E RIMANDATI A CASA. I LAZIALI ARRESTATI A VARSAVIA MARCIRONO MESI NELLE PRIGIONI POLACCHE

Centro di Roma impazzito, Piazza di Spagna a ferro e fuoco (con Barcaccia con “danni permanenti”), Campo de’ Fiori terreno di guerra – Renzi ha detto: “Puniremo con severità e durezza”, ma gli arrestati hanno patteggiato 6 sei mesi con multa e verranno accompagnati all’aeroporto nelle prossime ore… –

1. ROMA: BARCACCIA SFREGIATA DAGLI HOOLIGANS DEL FEYENOORD. MARINO, OLANDA NON PAGHERÀ DANNI

ignazio marino alla barcacciaIGNAZIO MARINO ALLA BARCACCIA

Si contano i danni dopo il ‘sacco’ di Roma da parte dei tifosi olandesi del Feyenoord che in due giorni hanno prima colpito in zona Campo de’ Fiori e poi si sono concentrati su Piazza di Spagna arrrivando a danneggiare la Barcaccia del Bernini che secondo quanto riferisce il sovraintendente avrà danni permanenti.

Marino, Olanda non pagherà danni  – “Ho parlato con l’ambasciatore olandese, gli ho chiesto ‘intendete intervenire con il pagamento dei danni?’. Lui ha risposto che non ritiene che il Governo olandese possa pagare il nuovo restauro della Barcaccia”. Lo ha detto il sindaco di Roma Ignazio Marino a margine di una conferenza in Campidoglio.

danni alla fontana della barcacciaDANNI ALLA FONTANA DELLA BARCACCIA

Una violenza in qualche modo annunciata visto che alcune frange della tifoseria del club olandese sono ben note alle forze dell’ordine. L’Ue promette linea dura contro i barbari. Ventotto i tifosi arrestati nel complesso e una serie di accertamenti sono stati avviati dai pm Antiterrorismo e delitti contro la personalità dello Stato della Procura di Roma, in relazione ai disordini e alle devastazioni avvenuti a piazza di Spagna. Secondo la Confcommercio i danni ai negozi nella zona ammonterebbero a tre milioni di euro.

danni alla fontana della barcacciaDANNI ALLA FONTANA DELLA BARCACCIA

Già in serata piazza di Spagna è stata ripulita e questa mattina ci sono stati rilievi da parte della sovraintendenza capitolina per capire i danni alla fontana. I danni compiuti alla Barcaccia sono in più punti: ci sono scalfitture e scheggiature su tutta la fontana. Lo si apprende dalla sovrintendenza capitolina ai Beni Culturali che è al lavoro da stamani.

danni alla fontana della barcacciaDANNI ALLA FONTANA DELLA BARCACCIA

“Ieri – spiega il sovraintendente capitolino Claudio Parisi Presicce – avevamo già verificato la presenza di alcune scheggiature, in particolare un frammento di travertino di 10 centimetri appartenente all’orlo del candelabro centrale della vasca, questa mattina abbiamo fatto una perlustrazione con i tecnici della sovrintendenza ed abbiamo potuto constatare che in realtà gli urti di queste bottigliette hanno causato molti più danni di quanti fossero visibili ad occhio nudo ieri sera”.

danni alla fontana della barcacciaDANNI ALLA FONTANA DELLA BARCACCIA

Sotto accusa finisce il dispositivo di sicurezza predisposto per il temuto match di Europa League tra giallorossi e Feyenoord. La questura parla di una partita preparata da gennaio con le autorita’ olandesi, che pero’ avrebbero segnalato solo poche centinaia di tifosi pericolosi sui circa 5 mila “ufficiali”. Molti di meno di quelli protagonisti di violenze a Roma.

Il sindaco Marino, del quale Forza Italia chiede le dimissioni oggi incontrerà il ministro dell’Interno per discutere dell’accaduto. Il sindaco va all’attacco di questura e prefettura. “Il sindaco, anche della Capitale, non ha alcun potere sui Carabinieri, sulla Polizia, sulla Guardia di finanza. Esiste una figura che si chiama prefetto, che ha i poteri, conferiti dal ministero dell’Interno, per gestire la sicurezza e l’ordine pubblico in una città. Non è certo il sindaco che deve armare i cittadini”. Il primo cittadino fa sapere che “non finisce qui”. “Chi rompe deve pagare – attacca – c’è bisogno che qualcuno si assuma la responsabilità: la squadra di calcio, o l’Olanda”.

tifosi feyenoord in azione a piazza di spagnaTIFOSI FEYENOORD IN AZIONE A PIAZZA DI SPAGNA

Oggi il primo cittadino di Roma vedrà il ministro dell’Interno Angelino Alfano. Polemica su entrambi da parte delll’opposizione. La Lega chiede che il ministro dell’Interno lasci. “Qualcuno – attacca il leader del Carroccio Matteo Salvini – pensa di mandare uomini in guerra in Libia e poi ci lasciamo devastare la Capitale dagli ubriaconi. Il ministro Alfano, se avesse dignità si sarebbe dimesso stamattina”.

L’Ue promette linea dura – “Linea dura contro le azioni di chi si definisce tifoso del Feyenoord – scrive su Fb il primo vicepresidente della Commissione Ue, Frans Timmermans, olandese e romanista doc – il segno della barbarie e della maleducazione: Roma è la mia seconda casa da anni. I miei pensieri vanno agli agenti feriti e agli abitanti di Roma”.

danni alla fontana della barcacciaDANNI ALLA FONTANA DELLA BARCACCIA

Sei arrestati per scontri a Piazza di Spagna – Sono sei, tutti attualmente detenuti al Regina Coeli, i tifosi del Feyenoord arrestati ieri nel corso degli scontri avvenuti nella zona di Piazza di Spagna. Sono accusati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Per i disordini di due giorni fa a Campo de’ Fiori già condannati 19 hooligans.  Entro domani il magistrato invierà al gip la richiesta della convalida d’arresto e a quel punto il giudice avrà 48 ore per fissare gli interrogatori di garanzia che presumibilmente avverranno nella giornata di lunedì. In base a quanto si apprende, il gruppo di tifosi olandesi è stato bloccato durante gli scontri avvenuti nella zona di salita di San Sebastianello, all’estrema destra rispetto alla scalinata di Trinità dei Monti.

vandalismo dei tifosi del feyenoord 8VANDALISMO DEI TIFOSI DEL FEYENOORD 8

Ieri sera dopo la partita i tifosi del Feyenoord hanno lasciato lo stadio Olimpico, circa un’ora dopo i sostenitori della Roma. Gli oltre 2.000 supporter della squadra olandese sono stati fatti salire su 70 autobus messi a disposizione dall’Atac, la società che gestisce il trasporto pubblico a Roma. Tutti sono stati scortati dalle forze dell’ordine verso la stazione Termini mentre solo alcune centinaia sono stati accompagnati all’aeroporto di Fiumicino da dove si imbarcheranno in direzione Rotterdam. All’esterno dello stadio non si sono registrati disordini né durante né al termine dell’incontro. Il deflusso dei tifosi olandesi si è concluso senza alcun problema grazie anche all’imponente spiegamento di forze dell’ordine che hanno presidiato per l’intera serata l’area adiacente allo stadio Olimpico.

vandalismo dei tifosi del feyenoord 7VANDALISMO DEI TIFOSI DEL FEYENOORD 7

Poche ore prima della partita scontri nel centro di Roma tra la polizia e i tifosi del Feyenoord. I nuovi momenti di tensione dopo quelli di mercoledì sera a Campo de’ Fiori si sono verificati a Piazza di Spagna ed anche al Pincio. I tifosi hanno lanciato oggetti e fumogeni contro gli agenti che poi li hanno dispersi caricandoli.

Il premier Matteo Renzi: “Quello che è accaduto” a Roma, con la devastazione portata dai tifosi olandesi, “è un segno di barbarie e inciviltà: noi non andiamo all’estero a fare queste figuracce”.

vandalismo dei tifosi del feyenoord 5VANDALISMO DEI TIFOSI DEL FEYENOORD 5

“Puniremo con molta severità e durezza” i tifosi olandesi che “pieni di birra” hanno preso a sassate Roma, e provocato “scontri: un “vero e proprio insulto alla civiltà”, ha detto Renzi a Virus su Raidue.

“Se ci sono state sottovalutazioni, degli errori da parte nostra, lo verificheremo”, ha aggiunto. Ora tra le priorità c’è “rimandarli a casa e fermare e condannare i responsabili”.

In tutte le sedi e in tutte le realtà del calcio europeo “faremo notare che non è ammissibile e concepibile che prima ieri sera poi oggi, si sia andati in luoghi simbolo della cultura a tenere in scacco una città. E’ inaccettabile”, ha aggiunto Renzi sulla vicenda dei tifosi olandesi a Roma. “Attendo le scuse del Feyenoord”, ha detto il premier.

vandalismo dei tifosi del feyenoord 47VANDALISMO DEI TIFOSI DEL FEYENOORD 47

“Non sono al corrente dei dettagli di quanto successo fuori dallo stadio e quindi mi astengo dal fare commenti. Sono concentrato sulla partita, è quello il mio compito e la mia responsabilità”. Evita commenti Fred Rutten, allenatore del Feyenoord. Il tecnico, dopo aver precisato che ci sono “altre persone preposte a prendersi le responsabilità” per i fatti accaduti prima dell’incontro dell’Olimpico, si è soffermato ad analizzare la gara pareggiata 1-1 con i giallorossi.

vandalismo dei tifosi del feyenoord 45VANDALISMO DEI TIFOSI DEL FEYENOORD 45

 E’ di 28 tifosi del Feyenoord arrestati, cinque olandesi contusi e 13 rappresentanti delle forze dell’ordine feriti il bilancio finale degli scontri pre partita di Europa League a Roma. Lo ha fatto sapere la Questura, illustrando il dispositivo di sicurezza messo in atto, e sottolineando che “l’intervento delle forze dell’ordine, immediato ed evidentemente necessario, ha dovuto tener conto sia del contesto urbano oltre che della presenza di cittadini e turisti”. Evitata, comunque, una ‘invasione’ ancor più violenta.

2. TIFOSI CONDANNATI E GIÀ RISPEDITI LIBERI A CASA LORO

Vincenzo Imperitura per www.iltempo.it  

vandalismo dei tifosi del feyenoord 44VANDALISMO DEI TIFOSI DEL FEYENOORD 44

Condannati, già liberi, con in tasca un biglietto aereo di ritorno in Olanda e il divieto di rimettere piede a Roma. È il “polso duro” della giustizia italiana contro gli hooligans olandesi che l’altra sera hanno seminato il panico a Campo de’ Fiori, nella Capitale. In quelle ore si sono viste scene di violenza, tifosi ubriachi che hanno lanciato bottoglie e fumogeni contro la polizia e che sono arrivati a picchiare anche i loro connazionali sbarcati nella città per gridare «Forza Feyenoord».

vandalismo dei tifosi del feyenoord 42VANDALISMO DEI TIFOSI DEL FEYENOORD 42

Sono stati 33 i tifosi olandesi controllati in seguito agli scontri. Le forze dell’ordine hanno arrestato 16 ultras olandesi, tutti compresi tra i 20 e i 28 anni, con l’accusa di resistenza, lesioni, rissa e violenza a pubblico ufficiale. Poco più tardi, vicino via del Corso altri sette tifosi del Feyenoord sono stati arrestati dai carabinieri. Ieri gli indati sono arrivati in tribunale con in faccia i segni della rissa avvenuta a Campo de’ Fiori. La decima sezione penale ha disposto la convalida dei fermi.

vandalismo dei tifosi del feyenoord 38VANDALISMO DEI TIFOSI DEL FEYENOORD 38

Gli imputati hanno poi patteggiato sei mesi di reclusione con una multa di 45 mila euro a testa. Il tribunale ha inoltre disposto per tutti e otto gli ultras il divieto di dimora a Roma. I tifosi, per i quali è stato disposto un provvedimento di Daspo, verranno accompagnati all’aeroporto di Fiumicino nelle prossime ore in attesa del volo che li riporterà in Olanda. Atteso il giudizio degli altri 15 tifosi arrestati l’altro ieri. A Campo de’ Fiori è stato l’inferno. “A un centro punto sembrava una guerra – ha raccontato Fabrizio Roscioli, proprietario di un forno – Lanciavano bottiglie e si picchiavano tra di loro.

vandalismo dei tifosi del feyenoord 37VANDALISMO DEI TIFOSI DEL FEYENOORD 37

Erano rimasti in circa 200, i più facinorosi. Ci sono state varie cariche da Campo de’ Fiori fino a Corso Vittorio. Per terra hanno lasciato un tappeto di vetri rotti e bottiglie. Si erano portati le casse di birra fino a qui e nessuno li ha controllati. Purtroppo non si può’ continuare a risparmiare sulla sicurezza”. I problemi nella piazza sono iniziati dal pomeriggio quando sono arrivati gruppi di supporter stranieri. “Hanno iniziato a bere dalle 14 – ha continuato Roscioli – Io ed altri negozianti siamo stati costretti a chiudere per la paura. Campo de’ Fiori è stato assediato da mille tifosi ubriachi che litigavano tra di loro e urinavano dovunque. Sono indignato”.

vandalismo dei tifosi del feyenoord 36VANDALISMO DEI TIFOSI DEL FEYENOORD 36

«NOI LAZIALI RASTRELLATI NELL’INFERNO DI VARSAVIA»

Lettera a www.iltempo.it di Alessandro Vinci,  tifoso laziale, 22 anni arrestato a Varsarvia

Rabbia, dolore, senso d’ingiustizia. Sono questi i sentimenti che provo mentre leggo i quotidiani e guardo in televisione le immagini di Roma messa a ferro e fuoco da un’orda di delinquenti. Ubriachi di alcool e di violenza. Senza morale, senza coscienza. E il cuore inizia a pulsare più forte, con la mente che ritrova e riapre alcuni cassetti della memoria che speravo sepolti sotto la polvere del tempo.

vandalismo dei tifosi del feyenoord 26VANDALISMO DEI TIFOSI DEL FEYENOORD 26

Quelli con i quali, comincio ad esserne certo, dovrò convivere per la vita. Così, mentre scorrono sullo schermo come un film le barbarie che gli hooligans olandesi stanno mettendo in atto nella nostra città, la mia testa torna istintivamente, direttamente, dolorosamente, a Varsavia. Eccoci in strada, con sciarpe e bandiere, felici di seguire ancora per il mondo la nostra squadra del cuore. Siamo tanti davanti all’Hard Rock Café.

Partiamo tranquillamente in direzione dello stadio, inconsapevoli di ciò che sta per accaderci. Dell’inferno che ci hanno riservato in Polonia. All’improvviso ci circondano, ci buttano in terra, non si capisce più niente. Non sono i tifosi del Legia, ma gli agenti della polizia locale in tenuta anti-sommossa.

vandalismo dei tifosi del feyenoord 22VANDALISMO DEI TIFOSI DEL FEYENOORD 22

vandalismo dei tifosi del feyenoord 21

Perdo l’orientamento, cosa sta accadendo? Vedo manganelli ovunque, scudi e lacrimogeni. Chi ce la fa scappa, tutti corrono cercando di eludere i blocchi delle forze dell’ordine. Io e tanti altri veniamo rastrellati in strada e caricati a forza su delle camionette precedentemente posizionate in una stradina laterale.

A questo punto, mentre tutto è confuso, una cosa è invece chiarissima. Siamo vittime di un agguato preparato nei minimi dettagli. È l’inizio dell’incubo. Dei processi sommari ed in una lingua a noi incomprensibile, delle ammissioni di colpa estorte con l’inganno, del cibo razionato e dell’acqua quasi assente. Molti di noi, nonostante le famiglie siano disponibili a versare la cauzione, restano dietro le sbarre del carcere di Bialoleka per settimane. Umiliati, derisi, chiamati mafiosi dalle guardie. Per tutti arriva anche il Daspo di due anni per le manifestazioni sportive in Polonia. Ultimo souvenir da mettere nella valigia di una trasferta inimmaginabile. Ora basta.

vandalismo dei tifosi del feyenoord 20VANDALISMO DEI TIFOSI DEL FEYENOORD 20

Mi scuoto, ripongo negli angoli più remoti della psiche il passato. E la realtà mi travolge. Penso alla mia città, parte di un’Europa unita solo nelle stanze di Bruxelles, con leggi e relative applicazioni diverse ed inique, costretta a subire l’ennesima violenza. Vorrei chiudere gli occhi ma non posso. E la rabbia sale.

vandalismo dei tifosi del feyenoord 14VANDALISMO DEI TIFOSI DEL FEYENOORD 14vandalismo dei tifosi del feyenoord 15

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: