Amazon non si ferma più: “ruba” il Natale americano

Amazon non si ferma più: “ruba” il Natale americano
Jeff Bezos

AMAZON

Amazon potrebbe monopolizzare le vendite natalizie. E Seattle potrebbe trasformarsi nella nella nuova Lapponia, patria di Babbo Natale. La previsione arriva da un report di Bain & Company intitolato Will Amazon steal Christmas? (Amazon ruberà il Natale?) che traccia la crescita esponenziale del colosso di e-commerce nel suo paese natale, gli Stati Uniti, partendo dal periodo chiave per le vendite, quello natalizio. Un presagio che conferma i timori dei principali concorrenti, a partire da Yoox fino a eBay.

Secondo la ricerca, l’e-commerce negli Stati Uniti muove un giro d’affari di 390 miliardi di dollari in totale. Il 35% di questo business è in mano ad Amazon (il dato include anche le vendite attraverso il suo servizio di marketplace, oltre a quelle dirette attraverso Amazon). Si tratta di una quota destinata ad aumentare sensibilmente, parallelamente alla crescita delle vendite online. Secondo una previsione di Bain & Company, l’e-commerce statunitense dovrebbe raggiungere i 500 miliardi di dollari entro il 2018 e la quota in mano ad Amazon aumenterà di quasi il 50% con un tasso di crescita annuo del 30 per cento. Traino del successo del colosso online è il servizio Prime che garantisce inoltre anche un scontrino medio di 1.200 dollari, più del doppio rispetto al servizio “tradizionale”. Abbigliamento, calzature e gioielli saranno le categorie più coinvolte dall’aumento della domanda. Secondo una stima di Bain, queste tre categorie registreranno entro la fine dell’anno un balzo in avanti delle vendite dell’83% rispetto al 2015, per un totale di 33 milioni di pezzi venduti contro i 18 dello scorso anno.

Oltre agli Usa, Amazon fa paura anche in Europa. Secondo un report di di Credit Suisse su tre e-tailer leader, Asos, Zalando e Yoox Net-A-Porter, il  mercato dell’e-commerce moda (come già quello di altri comparti) si giocherà la partita decisiva con uno sfidante che fa paura: Amazon. Il big delle vendite online è, infatti, già ora uno dei player più importanti nel vecchio Continente con oltre 2,8 miliardi di dollari di vendite di abbigliamento e accessori nell’area.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.