ALESSANDRO MICHELE E LA SUA MAGIA MAGNETIZZA IL MONDO DELLA MODA

schermata-2017-02-24-alle-00-06-37

#GUCCI FW17

16830694_10154816890691013_4514306975627119909_nDi Alessandro Michele, avevo già intuito questa sua vena olistica, Certo che le scenografie e le musiche di ieri hanno dimostrato una componente alchemica notevole, celata nel messaggio subliminale che viaggia affianco alle sue creazioni. Un percorso iniziatico di giovani apprendisti che sfilano intorno ad una piramide. No non era il Codice da Vinci ma la sfilata unificata Uomo – Donna di GUCCI. Quanto alle novità, ci sarà da scrivere per settimane, Alessandro Michele è stato chiarissimo spiegando in poche parole la più complessa sfilata che si possa progettare.schermata-2017-02-24-alle-00-16-43

L’evento si è svolto nel nuovo quartier generale della Maison costruito negli ex capannoni industriali delle officine Caproni in via Mecenate a Milano, il MecenateHub: 35 mila metri quadri di archeologia industriale ritornati a nuova vita. Gli 800 invitati  fatti accomodare in una sala ricoperta da velluto viola a cominciare dal ricco tendaggio che nascondeva un’incredibile passerella di plexiglas, dal voluto effetto, vedo non vedo, “uno stress per i fotografi, ve lo garantisco”. Ad assistere allo spettacolo circa 800 invitati, fra cui l’attore Jared Leto, Charlotte Casiraghi, il Asap Rocky  e Florence Welch, protagonisti dell’invito a forma di vinile – con brani Jane Austen e William Blake incisi sopra.

16903136_10154822109921013_3385148494688550611_oMa veniamo allo show, 80 donne e 40 uomini hanno sfilato dentro una galleria trasparente che girava intono ad una “piramide”, al centro della quale, sulla sommità un gallo in ferro battuto, simbolo della trasmutazione alchemica secondo René Guenon, ma anche simbolo di quella Francia che ha conquistato uno dei più prestigiosi brand italiani, secondo me. Continua Alessandro Michele, “le mie creazioni sono come in un laboratorio chimico, quando metti in un alambicco gli elementi e non conosci il risultato”, nasce così l’alchimia del desiderio che realizza gli enormi risultati economici di Gucci (più 21% nel quarto trimestre 2016), potremo parlare dunque anche in borsa di “Effetto Michele”.

Il suo stile si alimenta di cose strane e meravigliose come alcuni pezzi da donna tipo la pelliccia in visone bianco con fiori intarsiati sulla schiena, un sublime abito nero a ruche, il vestitoschermata-2017-02-24-alle-00-11-56 da sera celeste ricamato a cristalli e i completi di broccato, oltre a leggins, fasce da tennis, cappelli di paglia, ma soprattutto tailleur, giacche, cuffie di lana per lei. Per uomo invece ci sono leggins di maglia, bermuda, cappe, mantelle, pantacalze.
Le proposte maschili, forse ai confini della mia comprensione, non comprendo infatti perchè negli ultimi anni l’uomo sia stato così estremizzato eccessivamente, o lo si veste come il duro e muscoloso macho, oppure lo si ridicolizza con  maschere del cinema comico. Perché tralasciare quella fetta di mercato che veste un’eleganza sobria ed informarle senza eccedere e strafare, c’è perfino la tutina del film comico Borat in lurex.

16797147_10154821555336013_1907295192195928523_oGli  invitati hanno ricevuto a casa l’invito  – un LP in vinile con le voci registrate di Florence Welch, pop star boho chic e testimonial della collezione orologi che legge “La notte” di William Blake sulle note della “Traversée” del compositore israeliano Armand Amar (lato A) e il rapper A$AP Rocky che legge la lettera d’amore di Frederick Wentworth a Anne Elliot in “Persuasione” di Jane Austen (Lato B).

16683944_10154212245611363_6852386950139254649_nAlessandro Michele, un creativo di grande talento. Ha realizzato un lavoro di altissimo livello innovativo sia sul piano tecnico che su quello artistico.
Complimenti e non solo per le collezioni ma anche per le nuove collaborazioni con l’artista JAYDE FISH, ed i lavori di comunicazione visuale a New York.
Oltre alle nuove fantasie dei tessuti ispirati ai lavori grafici della FISH.

Per usare un’espressione di Alessandro Michele; ” Amo scoprire nuove forme di follia” e l’arte cos’altro è se non una visione lucida e anche un po’ folle dei disegni onirici dell’animo umano…

Alessandro Sicuro©

0ccbdf6  facebook_318-136394    29zfzy6i   schermata-2017-01-16-alle-21-05-12

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...