Valentino, in borsa, l’Ipo prevede di quotare il 25% del capitale

Valentino, l’Ipo sarà sul 25% del capitale

VALENTINO

 

Il progetto di quotazione di Valentino prevede di portare in Borsa intorno al 25% del capitale, il minimo richiesto dall’Mta di Borsa italiana (la piazza scelta dovrebbe dunque essere Milano), con un’offerta pubblica di vendita voluta dall‘azionista di controllo Mayhoola “più per affermarsi sui mercati internazionali che per fare cassa”. A riferirlo è l’agenzia Reuters, citando una fonte vicina all’azienda, e confermando indirettamente i risultati dell’edizione 2017

Reuters spiega come la maison in orbita a Mayhoola Group aspetti “senza fretta” il momento opportuno per l’Ipo, che non si concretizzerà prima del secondo semestre del 2018. Il ritorno in Borsa di Valentino (che è già stata quotata quando era controllata dal gruppo Marzotto) resta dunque subordinato alle condizioni di mercato. A richiedere tempo, spiega sempre l’agenzia, ci sarebbe anche la volontà di consentire al direttore creativo della griffe, Pierpaolo Piccioli, di consolidare il suo nome come unico head allo stile dopo l’uscita, nel 2016, della stilista Maria Grazia Chiuri, oggi alla guida di Dior. Valentino, che ha chiuso il 2016 con 1,1 miliardi di ricavi e un ebitda di 206 milioni, ha annunciato nelle scorse settimane la nomina di Sebastian Suhl come nuovo managing director dei mercati globali, effettivo da gennaio 2018.

0ccbdf629zfzy6i   schermata-2017-01-16-alle-21-05-12

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...