Settembre 19, 2021

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

Free Press And Culture On Line

NYFW CHIARA BONI SVELA LA COLLEZIONE S/S 2020 CON PAT & ANNA CLEVELAND

Stampe orientali e suggestioni western raccontano l’anima metropolitana della donna Chiara Boni La Petite Robe, in un viaggio che dalla Persia arriva sulla passerella della NYFW.

Che ritmo ha il Made in Italy all’estero? Sicuramente quello della collezione di Chiara Boni La Petite Robe che, sulla passerella della New York Fashion Week Primavera/Estate 2020, esprime un mix di innovazione e raffinatezza, superando la rincorsa agli effimeri trend stagionali e privilegiando un tipo di bellezza eterea che trascende tempo e spazio.

La Petite Robe di Chiara Boni rappresenta dunque un concetto di stile evergreen, capace di valorizzare le donne moderne, di tutte le età e di tutte le taglie.

A riprova che la classe de La Petite Robe by Chiara Boni non è acqua, sulla passerella degli Spring Studios sono apparse con due splendidi first look ispirazione animalier, Pat e Anna Cleveland, ovvero la star indiscussa delle passerelle sin dalla fine degli anni 60 e la sua secondogenita, modella trentenne, che ha ereditato in maniera inconfondibile il portamento di mammà.

Pat e Anna Cleveland

A simboleggiare che la bellezza si tramanda di generazione in generazione o, per meglio dire, di collezione in collezione, la Primavera/Estate 2020 di Chiara Boni La Petite Robe, grazie alla sua rinnovata impronta green e alla moltitudine di modelle internazionali in passerella, ha intenzione di rispettare seriamente le diversità e, soprattutto, il bene della comunità.


Pat e Anna Cleveland

 

L’azienda di Chiara Boni infatti è la prima del settore moda in Italia che ha conquistato una certificazione importante a livello europeo: la PEF, Product Environmental Footprint, riuscendo a misurare esattamente il costo della produzione dei suoi capi sull’ambiente.

 I look sulla passerella di New York

Ma veniamo agli abiti che hanno sfilato a NY, in pedana ci sono richiami agli anni ’80, con enfasi su stampe di ispirazione Africana e Persiana, tubini e abiti lunghi abbinati a stivali e cappelli da cowboy in pendant, ma anche il ritorno del tubino boxy anni ’60.

La Regina di Cuori di Chiara Boni La Petite Robe è appena atterrata a New York portando con sé i ricordi del suo viaggio intorno al mondo trasformati in abiti e accessori.

CHIARA BONI LA PETITE ROBE: SPRING/SUMMER 2020

 

Ed è subito la prima uscita a trasportarci nelle magiche atmosfere africane con un abito dalle striature animalier riprese in tutto il look, dagli stivali texani alla borsa dalla lunga tracolla portata a mano.

 

CHIARA BONI LA PETITE ROBE: SPRING/SUMMER 2020

 

Il cuore della sfilata racconta l’Oriente tra stampe paisley e motivi ikat, tipici della Malesia, che in rosso e bianco appaiono sul tubino boxy dalla silhouette tipicamente Sixties.

 

CHIARA BONI LA PETITE ROBE: SPRING/SUMMER 2020

 

E infine, poco prima di arrivare sul catwalk della New York Fashion Week, la viaggiatrice metropolitana di Chiara Boni si ferma in Messico dove si lascia ispirare da farfalle multicolori che le regalano volumi ampi e morbidi, trasformando in ali le maniche, e maxi stampe all over.

 

CHIARA BONI LA PETITE ROBE: SPRING/SUMMER 2020

 

Sulle spalle e sulle maniche degli abiti a colonna e delle tute sbocciano applicazioni floreali e i volumi degli abiti da sera in bianco e nero si arricchiscono di satin plissettato che, sui maxi dress, si abbina a inserti stretch e si colora di rosso, di giallo, di corallo, di blu e di verde.

Gli accessori sottolineano ulteriormente l’eccentricità glamour della Regina di Cuori pensata da Chiara Boni: gli stivali e i cappelli texani, gli orecchini stravaganti e i bustier sexy sorprendono con un gioco di stile in equilibrio tra ispirazioni folk e anima metropolitana.

 

Caroline Vreeland e Janet Montgomery
Caroline Vreeland e Janet Montgomery nel front row

 

Nel front row Cara Kennedy Cuomo, attivista della sostenibilità che è diventata ambassador del progetto di Chiara Boni La Petite Robe con Eurojersey “Measuring for a Sustainable Future”, Kerry Kennedy, Caroline Vreeland, Janet Montgomery, Kathrine Narducci, Nichole Galicia, Julie Mintz, Bojana Krsmanovic, Nibar Madar, Mollye Rogel e Wendy Williams.

 

Un’autentica lezione di stile metropolitano quella di Chiara Boni La Petite Robe Primavera/Estate 2020 che intensifica la crescita esponenziale nel mercato americano, grazie a una collezione grintosa e con tanti look sensazionali ma sempre e unicamente, super funzionali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alessandro Sicuro

Alessandro Sure Wordpress - Alessandro Sicuro Facebook - Alessandro Sicuro Twitter - Alessandro Sure Instagram - Alessandro Sicuro

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: