Settembre 30, 2022

FREE PRESS AND CULTURE ON-LINE

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

STELLA McCARTNEY FALL 2022 READY TO WEAR ECCO LO SHOW

 

Stella McCartney in collaborazione  con  Frank Stella, con il quale ha unito le forze per la sua collezione in questa stagione. “Amo il suo minimalismo e massimalismo. È un tale parallelo con il nostro marchio: il lato maschile molto semplice con il lato più esplosivo. Quando guardi il lavoro di Frank, lo segue abbastanza bene”, ha dichiarato alla stampa.

In un tubo in cima al Centre Pompidou che ospita l’opera dell’artista, McCartney ha presentato una collezione che ha interpretato la pratica di Stella sia nel motivo che nelle linee. Una stampa collage presa dalla litografia Spectralia è stata impiegata in un abito oversize e un abito a maniche lunghe con una gonna leggermente a palloncino; un abito plissettato drappeggiato e un top presentavano elementi dell’astratto Achab.

Detto top era dotato della manica che definisce la collezione McCartney: un’applicazione sbalorditiva cucita intorno alla spalla alla maniera di una tenda a balze, che era presente anche su quelli che il comunicato stampa ha argutamente coniato “abiti chintz”. Hanno dato il tono a una collezione che, non diversamente dalle sculture di Stella, era ricca di sagome imprevedibili, come gonne apparentemente sospese ai bikini, tute tessute con fili di metallo che esplodono in frange, o tute cargo con maniche a sbuffo che avrebbero potuto essere le uniforme di un artista.

“Doveva approvare tutta la collezione, il che è divertente, perché Frank è davvero lunatico e lo adoriamo per questo”, ha detto McCartney. “Ha un gusto incredibilmente buono. Quando gli parli ha una tale conoscenza dell’arte e del design. E c’erano alcune cose in cui diceva “Uh, no”, ma era per ragioni così interessanti. Ho adorato il suo punto di vista sul perché”. I dialoghi tra Stella (scusate, dovevo) spesso portavano ad alcune proposte davvero strane, che erano divertenti da vedere sulla passerella di McCartney.

Nel reparto più trendy, la silhouette di riferimento della stagione si è infiltrata anche in questa passerella: la giacca oversize abbinata a un elemento intimo e una gamba aderente, con il secondo classificato della stagione appena dietro sotto forma di body, che—in questo caso — ha sottolineato la premessa scultorea della collaborazione. McCartney ha accessoriato la sua collezione grazie a una tecnologia innovativa che trasforma le bucce d’uva in finta pelle, “quindi tutto il vino che hai bevuto è stato trasformato in una borsa”, ha detto.

Alla domanda sul discorso di pace di John F. Kennedy che ha suonato mentre gli ospiti prendevano posto e sulla colonna sonora finale con Give Peace a Chance della Plastic Ono Band, McCartney, che ha fatto una donazione a CARE, un’organizzazione che fornisce supporto in caso di crisi di emergenza all’Ucraina, ha detto doveva affrontare il contrasto dell’organizzazione di una sfilata di moda in questo momento: “È una cosa molto strana da fare date le circostanze. Volevamo fare una dichiarazione contro la guerra”.

 

GALLERIA
CLICCA SULLE FOTO PER INGRANDIRE

 

 

 

Alessandro Sicuro

Alessandro Sure Wordpress - Alessandro Sicuro Facebook - Alessandro Sicuro Twitter - Alessandro Sure Instagram - Alessandro Sicuro

 

 

 

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: