Settembre 30, 2022

FREE PRESS AND CULTURE ON-LINE

ALESSANDRO SICURO COMUNICATION

CHANEL F22 ALLA PFW RIEVOCAZIONI SCOZZESI NEI MODELLI DI VIRGINIE VIARD

 

IL PADIGLIONE ESPOSITIVO PALAIS ÉPHÉMÈRE OSPITA CHANEL CON LA SUA F22 ED E’ SUBITO FESTA DI COLORI E DI TESSUTI DAGLI INCONFONDIBILI QUADRETTI IN LANE CARDATE E TWEED

La collezione che è stata disegnata per rappresentare il fiume Tweed scozzese. La regione è stata ben calpestata da Gabrielle Chanel; la tradizione dell’azienda narra che durante le sue passeggiate nella campagna locale raccolse fiori e piante come riferimenti per i colori che voleva dai produttori di tessuti lì.

Virginie Viard ha raccolto quel filo per l’autunno e il tweed era al centro della sua nuova collezione. Poiché eravamo in campagna, lo usava su giacche da caccia multitasche e cappotti che incorporavano pile dall’aspetto lanuginoso e per giacche da uomo leggermente oversize del tipo che Chanel aveva strappato al suo amante, il duca di Westminster. Nelle foto scattate nel suo lodge a Lochmore e sulla terrazza della sua casa di campagna a Eaton Hall, indossa i suoi vestiti presi in prestito e stivali di gomma. Viard ha evocato quello spirito di fuga del fine settimana con collant colorati a coste spesse e stivali di gomma o stivali alti fino alla coscia stampati con le famose doppie C intrecciate. “Non c’è niente di più sexy che indossare i vestiti della persona che ami. Sono affascinata da questo gesto sempre contemporaneo”, ha detto nel suo comunicato stampa.

L’ex capo di Viard, Karl Lagerfeld, ha fatto più di un semplice riferimento alla Scozia nel suo stesso lavoro. Un memorabile spettacolo di destinazione Metiers d’Art ha portato lui e il suo team al palazzo di Linlithgow. Ma la minacciosa storia d’amore di quella collezione è stata sostituita qui con un’atmosfera più brillante e più ottimista, così come l’inclinazione di Viard. Ha un buon senso per come le giovani donne vogliono indossare Chanel per tutti i giorni, senza pretese e con molta facilità.

A parte il River Tweed, Viard ha avuto cose da dire anche sull’abbigliamento da città. “Pensavo anche all’Inghilterra degli anni ’60 e alle copertine dei dischi molto colorate”, ha detto. Gli abiti corti di tweed hanno attinto a quell’energia così come un paio di sottovesti in pelle. Gli skimmer neri lucidi con tacco a gattino che indossavano le modelle potevano dare una corsa per i loro soldi alle slingback cap-toe così amate dalla folla della moda.

 

 

GALLERIA
CLICCA SULLE FOTO PER INGRANDIRE

 

 

 

 

 

Alessandro Sicuro

Alessandro Sure Wordpress - Alessandro Sicuro Facebook - Alessandro Sicuro Twitter - Alessandro Sure Instagram - Alessandro Sicuro

 

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: